Home » I NOSTRI VINI » VINI BIANCHI » RONCO DELLE CIME – FRIULANO DOC COLLIO

“Ronco delle Cime” Friulano DOC Collio VENDEMMIA 2019

Ronco delle Cime Friulano e Ronco delle Mele Sauvignon sono i due vini Cru dell’Azienda Venica & Venica ed entrambi portavoci del progetto “Spirito del luogo”.

Il nome Ronco delle Cime è il toponimo del vigneto dal quale provengono le uve di Friulano. Questo vino vuole raccontare la nostra terra, terra di confine, con tante persone e tante storie legate alla tradizione della famiglia e del territorio.

Nato nel 1999 dal desiderio di Gianni e Giorgio di dedicare un vero e proprio vino Cru ad un appezzamento speciale così vocato alla coltivazione delle uve di Tocai friulano. L’impianto iniziale risale al 1974, mentre nel 2005 sono stati eseguiti dei rimodellamenti morfologici.

 

Il miglior vino Venica & Venica del 2020 !

La valutazione del Top delle Guide enologiche 2020:

 

Ronco delle Cime, Friulano Collio Doc 2018 pluripremiato anche quest’anno. Le Guide 2020 hanno attribuito l’eccellenza al nostro vino Cru, in quanto ha ricevuto i massimi punteggi dalle 7 principali guide enologiche.

Per approfondire “Civiltà del bere” n. 1/2020

VITIGNO | VIGNETO RONCO DELLE CIME

 

Orientamento a nord-ovest con sguardo al Matajur, al Monte Nero e al ghiacciaio del Canin. Altitudine media di 200 m sul livello del mare, esposizione alla fresca brezza proveniente dalle montagne, pronunciata escursione termica diurna e sottosuolo tipico del Collio costituito da marne arenarie. Sono queste le caratteristiche del vigneto “Ronco delle Cime”, così speciale e così vocato alla coltivazione delle uve di Tocai friulano.

La storia del Tocai friulano è piuttosto complessa e in molti punti si intreccia con quella del Tokaji ungherese, contribuendo a creare una certa confusione. Ciononostante, né i due vitigni né i due vini da essi realizzati hanno alcun aspetto in comune. In realtà, infatti, il nostro Friulano ha origini d’oltralpe ed è in particolare un parente del Sauvignonasse. Dopo il suo arrivo dalla Francia, il vitigno si è successivamente evoluto, adattandosi al suolo e al clima, ed è il popolo friulano che gli ha dato la sua attuale identità, trasformandolo in simbolo del territorio e della cultura locale.

Nel 2008 la Comunità Europea, dopo aver mediato un accordo tra Italia e Ungheria, ha vietato l’utilizzo della dicitura “Tocai” per il vino friulano, in quanto giudicato troppo simile all’omologo ungherese “Tokaji”. L’ultima vendemmia di Tocai in Friuli è stata quindi quella del 2007: da allora il vino ottenuto da queste uve si chiama “Friulano”, a sottolinearne il forte legame con il territorio.

ALCOOL IN VOL.%  

14,0

ACIDITÀ TOTALE ‰

5,5

VITIGNO

Le uve del Friulano DOC Collio provengono da vigne orientate ed esposte a nord ovest ad un’altezza media di 200 m sul livello del mare. Si tratta di un uva a bacca bianca appartenente ai vitigni autoctoni tipici della Regione Friuli-Venezia Giulia.

VENDEMMIA

Le uve sono state raccolte e diraspate il 16 settembre 2019.

VINIFICAZIONE | AFFINAMENTO

Le uve vengono poi macerate per 18/24 ore ad una temperatura di 11°/12° C in appositi contenitori, protette dall’ossigeno con sistemi innovativi mediante il riciclo della propria carbonica di fermentazione, al fine di ridurre l’apporto di antiossidanti.
Il mosto fermenta e affina sui lieviti per 6 mesi sia in grandi botti di legno da 20/27 HL (per il 40%) sia in contenitori di acciaio (per il 60%).

IMBOTTIGLIAMENTO

Il vino viene assemblato ed imbottigliato in corrispondenza delle lune piene tra marzo e giugno 2020.

friulano collio

COLORE

Giallo solare intenso dalle nuance dorate.

NOTE OLFATTIVE

Il bouquet è ampio e variegato: dalle note fruttate di pera, mela, pesca bianca e banana, alle erbe e fiori di campo, glicine, rosa, agli idrocarburi e all’unicità della mandorla tostata.

NOTE GUSTATIVE

All’assaggio presenta la giusta sapidità, una vibrante freschezza, grande stoffa e perfetto equilibrio. Altamente strutturato, pieno, armonico e avvolgente. La bevibilità è splendida, il sorso è affusolato e aggraziato, con una lunga persistenza ammandorlata unica di questo vitigno.

DA ACCOMPAGNARE CON

Aperitivo ideale, con antipasti in genere, e in particolare con prosciutto crudo.

Sa abbinarsi perfettamente con i crostacei, soprattutto con le cicale, ma la sua pienezza gli permette anche l’accostamento con importanti piatti di carne bianca al forno. In generale ha un ampio spettro di abbinamento.
E’ stupendo con un risotto con porcini freschi.

TEMPERATURA DI SERVIZIO

 12/13°C

POTENZIALE DI INVECCHIAMENTO

oltre 10 anni

Alcuni impressioni durante la Vendemmia del Friulano nella nostra vigna di Ronco delle Cime.

 

Le immagini vi portano sul vigneto più alto della Venica & Venica, tra le meravigliose colline del Collio con sullo sfondo le Prealpi Giulie nell’estremo nord-est dell’Italia. Per rivivere con noi i momenti dalla raccolta dell’uva “Friulano” (ex-Tocai) in vigna fino al suo arrivo nella nostra cantina …