Skip to main content

Mese: Gennaio 2024

Venica & Venica in rappresentanza del FVG a Wine in Venice

Il 20 gennaio scorso Wine in Venice, il red carpet del vino, ha acceso i riflettori della seconda edizione, consacrando il connubio tra Venezia e il vino.
Le cantine protagoniste della kermesse, una per ogni regione d’Italia, hanno sfilato sotto i riflettori, ognuna rappresentando un angolo unico della ricca tradizione vitivinicola italiana, selezionate da una giuria internazionale di esperti che si è espressa in merito a progetti di sostenibilità, etica e innovazione del settore vitivinicolo.
Venica & Venica ha rappresentato con fierezza il Friuli-Venezia Giulia, facendosi portavoce dell’importanza raccontare quello che si fa in cantina. La giuria internazionale ha infatti riconosciuto il contributo significativo della famiglia Venica nell’ambito della sostenibilità, sia ambientale che sociale. “Perché – ha detto Ornella Venica – la sostenibilità non è solo ambientale, ma è fatta anche di azioni concrete verso le persone fragili”.
L’azienda è stata premiata infatti non solo per la sua misura della sostenibilità, che abbraccia l’emissione di gas serra, il consumo d’acqua e la biodiversità, ma anche per il suo impegno verso le persone, per la sua attenzione all’etica e all’innovazione.
I vini presentati durante l’evento hanno conquistato il favore del numeroso pubblico di operatori ed esperti presenti, diventando gli ambasciatori di un viaggio di scoperta attraverso il territorio, i vitigni autoctoni e la storia di Venica & Venica.

I Vini in degustazione a Wine in Venice: un viaggio tra storia e territorio
I vini ambasciatori nella kermesse veneziana sono stati tre.
‘Petris’ Malvasia Doc Collio 2022 ha voluto essere un omaggio alla Serenissima che, con le sue rotte, ha fatto arrivare in Collio questo vitigno dal Peloponneso e, più precisamente, dalla località Monovaxia che ha poi dato origine al nome del vitigno stesso.
Con ‘Ronco delle Cime’ Friulano Doc Collio 2022, vitigno autoctono, abbiamo voluto raccontare le radici della nostra Terra: il Collio, in Friuli-Venezia Giulia.
‘Ronco delle Mele’ Sauvignon Doc Collio 2022 è il cuore pulsante della Venica & Venica. L’affascinante nome deriva dalla presenza di alberi di mele nelle scarpate e nelle capezzagne della collina in cui si trova il vigneto e vuole essere un omaggio all’antica coltura promiscua di alberi da frutto “maritati” alla vite.

La Masterclass: esplorando la sostenibilità nel calice
Venica & Venica è stata protagonista di una esclusiva Masterclass organizzata da Vinrà, denominata “La sostenibilità nel calice. Alla riscoperta dei territori vitivinicoli italiani e delle aziende sostenibili”. In questo contesto, l’azienda ha approfondito il tema della sostenibilità in viticoltura, evidenziando la transizione coraggiosa da un concetto astratto a una misurazione tangibile.
La Masterclass ha offerto un’occasione unica per approfondire la visione di vignaioli audaci, chestanno ridefinendo gli standard del settore. La degustazione ha visto come protagonista ‘Petris’ Malvasia, che ha nuovamente catturato l’attenzione degli intenditori presenti, offrendo una prospettiva affascinante sulla sostenibilità nel calice.


Iscriviti alla Newsletter

Venica & Venica Di Gianni Venica e C. S.S. Società Agricola

Località Cerò 8 34070 Dolegna del Collio (Go)
 (+39) 0481 61264
 info@venica.it  wine.resort@venica.it

La bottega è aperta dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 18.00. 
I sabati di gennaio la bottega resterà chiusa
.

Vini


“Venica & Venica
è certificata VIVA

Venica &Venica

Venica & Venica Di Gianni Venica e C. S.S. Società Agricola

Località Cerò 8 34070 Dolegna del Collio (Go)
 (+39) 0481 61264
 info@venica.it  wine.resort@venica.it

La bottega è aperta dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 18.00. 
I sabati di gennaio la bottega resterà chiusa
.

Iscriviti alla Newsletter

“Venica & Venica
è certificata VIVA

© Venica&Venica. All rights reserved. P.I. IT00492040316

Campagna finanziata ai sensi del regolamento UE n.1308/13
Campaign financed according to EU regulation n.1308/13